Quanto consuma una lavasciuga?

Quanto consuma una lavasciuga? Quanto ci costa in un anno? E’ la domanda che ci poniamo un po’ tutti al momento della scelta e dell’acquisto di questo elettrodomestico. Per avere un’idea più chiara e concreta dei consumi, bisogna però prima conoscere i vari tipi di prodotti presenti sul mercato.

Ci sono, infatti, lavasciuga a condensazione e ad evaporazione. La lavasciuga a condensazione funziona mediante un condensatore integrato: tale vano serve ad assorbire il vapore acqueo prodotto dall’asciugatura del bucato. Si tratta di un elettrodomestico molto presente nelle case italiane perché può essere installato allo stesso modo di una lavatrice e dunque in una zona della casa dove vi siano tubi di scarico e carico dell’acqua. L’unico “neo” riguarda la vaschetta dell’acqua: bisogna sempre controllarne il livello di riempimento.

La lavasciuga ad evaporazione, nota anche come ad espulsione, funziona allo stesso modo della precedente. A cambiare è solo il modo in cui viene, appunto, espulsa l’acqua in più. Mentre prima ci siamo trovati a fare i conti con un condensatore che trasforma l’acqua da espellere in vapore, ora invece ci sarà un tubo. Non dobbiamo quindi più preoccuparci della vaschetta dell’acqua. Questi elettrodomestici vanno solitamente collocati in spazi aperti, come balconi o garage.

Se vuoi saperne di più ed arrivare preparato al momento dell’acquisto della tua lavasciuga, ti consigliamo di visitare questo sito.

Quanto mi costa?

Lo abbiamo detto prima: uno degli aspetti che più viene preso in considerazione al momento dell’acquisto di una lavasciuga è quello del consumo di energia elettrica e di acqua. Prima della scelta è giusto, dunque, conoscere le sue caratteristiche tecniche, le sue prestazioni e i suoi consumi.

Secondo una stima, una lavasciuga – nel corso di un lavaggio – consuma mediamente 1,5 kWh. Il costo sarà di circa 30 centesimi. Ma a costare di più è senza alcun dubbio il processo dell’asciugatura. Un ciclo di asciugatura equivale a circa 4,5 kWh; parliamo di un costo di circa 90 centesimi. Naturalmente questi sono dati abbastanza generici perché poi i consumi sono strettamente legati al tipo di modello e alla marca di lavasciuga che abbiamo scelto.

A differenza degli altri elettrodomestici, la lavasciuga si divide soltanto i due classi di efficienza energetica: la classe A e la classe B. Sulla scheda tecnica del prodotto saranno indicati i consumi espressi in kWh per l’intero ciclo di lavaggio, centrifuga ed asciugatura o anche del solo lavaggio. I dati sono comunque legati al singolo ciclo e non al periodo di un anno.

Occhio anche ai consumi idrici anche se solitamente coincidono con quelli di una lavatrice e di un’asciugatrice. Solitamente per un ciclo completo si utilizzano dai 60 ai 120 litri d’acqua; se invece mettiamo a fare solo un lavaggio con centrifuga il consumo idrico si aggirerà intorno ai 40 – 60 litri d’acqua.