I migliori idropulsori dentali del 2020

C’è idropulsore e idropulsore. Non tutti sono uguali, ma si differenziano per prezzo, capienza, tipologia e alimentazione a filo o a batteria. Capire qual è il migliore sul mercato non è facile, anche perché non esiste uno migliore di un altro, ma modelli di qualità che si adattano alle esigenze di ognuno, di single o famiglie, per cui non si può eleggere un campione in assoluto, ma cercare di individuare quali modelli rispondono ai migliori requisiti di qualità e prezzo, reperibili anche in questa guida sui costi degli idropulsori. Ecco, allora, che non si può non iniziare dai modelli Philips, ottimi per rapporto qualità-prezzo, fra i top di gamma di questo inizio 2020. Accattivanti nel design e con una capienza molto abbondante, gli idropulsori Philips si adattano bene a nuclei familiari numerosi che ne possono fare uso collettivo grazie alla presenza di più ugelli sull’apparecchio. Forti anche nel prezzo, che si aggira sui 70 euro. Chi li ha provati ne ha apprezzato la semplicità e la compattezza, anche in versione portatile.

A metà prezzo troviamo gli idropulsori Panasonic, modelli che funzionano a getto idrico con una miscela di acqua e bollicine di aria, dotati di serbatoi della capienza di 130 ml e un getto idrico a 3 gradi di regolazione. Ergonomici e idrorepellenti, sono tra i più venduti e ‘corteggiati’ in rete e non è difficile capire perché. Quelli che andiamo a conoscere ora sono un ‘cult’ nel campo dell’igiene dentale, che hanno fatto degli idropulsori la cima di un iceberg di successi e qualità. Parliamo di Oral-B che con i suoi innovativi idropulsori della linea Oxyjet ha conquistato una consistente fetta di mercato.

Rispetto ai precedenti idropulsori questi modelli sono fissi da collegare a filo in bagno, con un maxi serbatoio di circa 600 ml e un pratico spazio portaugelli. Negli idropulsori Oral-B il getto idrico si incrocia con un flusso d’aria pressurizzata la cui pressione può essere regolata a 5 velocità a seconda se si interviene su denti o gengive. Prezzo sui 50 euro, stessa cifra per gli idropulsori THZY che hanno il vantaggio di montare uno sterilizzatore per gli ugelli in grado di preservarli da polvere e batteri. Completa l’opera un design fashion e una rara silenziosità, unico neo l’ingombro non indifferente.